Come creare una password efficace in poche mosse!

Creare-una-password-efficace

Una password efficace può salvare la tua azienda!

Creare una password è facilissimo, un po’ meno ricordarsela.

Per questo motivo utilizziamo delle combinazioni più o meno efficaci da “1234” alla tua data di nascita o con dei caratteri casuali.

Ps. Tra l’altro lo sapevi che, nel 2016, la password più utilizzata è stata proprio 123456 ? Pensa a quanti rischi involontari saresti stato esposto…

Piacere, sono Marco Valle e sono il co-fondatore di GrandaLab, società cuneese specializzata nell’aiutare gli imprenditori con la loro IT aziendale e, oggi, ti spiegherò come creare una password efficace.

Cominciamo subito!

a. Premessa: Com’è una password NON efficace?

Prima di poterti spiegare come creare una password, devo fare due precisazioni, per evitarti eventuali errori che potrebbero darti dei problemi.

Questi due errori sono:

 

1. Password troppo facili e banali

Lo dicevo poco prima nell’articolo: 123456 NON può essere una password valida. Perché?

Perché gli hacker utilizzano, prima di procedere per tentativi, le password più comuni o più semplici, per esempio:

  • 123456
  • 654321
  • qwertyuiop
  • pizzaazzip
  • principessa
  • e così via…

Puoi ben capire che, se una password è statisticamente utilizzata dalla maggior parte delle persone, allora basterà poco tempo per violarla.

Ma non solo dagli hacker!

Anche un tuo collaboratore potrebbe violare il tuo pc e prendere dati sensibili o, più semplicemente, farsi gli affari tuoi o dei suoi colleghi, senza le dovute autorizzazioni.

2. Password troppo complesse

Da una parte c’è la troppa facilità, dall’altra l’eccessiva complessità. Per carità, sicuramente sono difficili da capire e da “bucare” ma… sono difficili da utilizzare.

Immagina di essere in questa situazione:

Password creata:  avfrNO3$%£QAzx

Quante volte riuscirai a ricordartela perfettamente prima di dover cliccare sul tasto: “Hai dimenticato la password?”

Probabilmente 1 o 2, se la usi subito dopo averla creata.

Quindi è sì una password efficace, ma poco utile per te che l’hai creata.

b. Come si crea una password efficace in 5 step!

Bene, ora che abbiamo visto cosa dovresti evitare quando crei una password, è il momento di provare a crearne una efficace.

Vediamo come si fa, passo per passo!

1. Pensa ad una password imprevedibile 

Paradossalmente, una password originale e imprevedibile può essere sia complessa da violare sia estremamente semplice da ricordare!

Ti faccio un esempio, partendo da una frase semplice: “sono marco e ho quattro figli”.

Poi nei prossimi punti vedremo come modificarla al meglio.

2. Deve essere lunga almeno 8 caratteri

Questo punto si spiega da sé, andiamo avanti.

3. Aggiungi Maiuscole e numeri

Il terzo passo da seguire è modificare la frase di prima sostituendo e aggiungendo numeri e maiuscole.

sono marco e ho quattro figli –> S0n0 MARc0 e h0 4 F1gL1

Già questo semplice step aggiunge diversi gradi di sicurezza.

Ma siamo ancora all’inizio!

4. Aggiungi i caratteri speciali

I caratteri come !,”,£,$,%,,., etc. sono definiti speciali e sono molto complessi per un computer che procede a tentativi, perciò aumentano di molto la sicurezza della tua password.

S0n0 MARc0 e h0 4 F1gL1 –> $0n0_MARc0€h0_4_F1g£L1

Nota come la password originaria per una persona è ancora “leggibile” e intuibile, ma risulta impossibile per un computer capire come procedere.

5. Sfrutta il Padding

Il padding, il classico inglesismo, significa semplicemente che, per rendere ancora più sicura la tua password, puoi “ingrassarla” aggiungendo caratteri speciali alla fine o all’inizio della password, così, totalmente a caso.

Serve esclusivamente per far perdere tempo al malintenzionato e farlo desistere ulteriormente.

Ecco l’ultimo esempio:

$0n0_MARc0€h0_4_F1g£L1 –> $0n0_MARc0€h0_4_F1g£L1((((((

Tutto qui. L’unica difficoltà sarà nel ricordarti quale/quante volte hai utilizzato quel particolare carattere speciale.

E con questo ultimo punto abbiamo finalmente creato una password efficace!

Ma aspetta, c’è un ultimo argomento che voglio affrontare…

c. I generatori automatici di password sono utili?

Su internet si trovano, anche gratuitamente, tantissimi programmi che ti generano delle password più o meno casuali (in alcuni puoi dare alcuni parametri) ma presentano un problema che abbiamo visto all’inizio: ok, che sono estremamente complesse, ma come fai a ricordartele? 

Probabilmente dovrai scrivertela da qualche parte, su un’agenda o su un pc… e quindi devi ricordarti dove si trova e come raggiungerla. Quindi in alcuni casi potrebbe essere più difficoltoso il processo per ritrovarla che l’effettiva utilità!

d. Conclusione

Siamo arrivati alla fine di questo articolo. Oggi abbiamo visto due argomenti importantissimi:

1) Com’è una password NON efficace;

2) Come si crea, in 5 semplici step, una vera password efficace.

Ora dovresti essere in grado di creare da solo delle password sicure e facili da ricordare, utili a te e ai tuoi collaboratori!

Spero che questo articolo ti sia stato utile e ti ricordo che, per altre guide come queste, puoi visitare il blog Grandalab!

Buon lavoro, alla prossima!

La Newsletter firmata Grandalab!

La tua fonte principale di consigli per la gestione della tua azienda online e offline.

Post Correlati

Preferenze sulla privacy
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.