Come funzionano i contratti di noleggio per le stampanti?

CONTRATTI-DI-NOLEGGIO-PER-LE-STAMPANTI

Quali sono gli elementi presenti nel contratto? Quali sono fissi? Quali variabili?

Se hai deciso di cliccare su questo articolo è perché stai cercando qualche informazione in più sui contratti di noleggio per le stampanti.

Bene, sei nel posto giusto!

Prima di cominciare però, ti consiglio di leggere questo articolo, scritto per farti conoscere al meglio il mondo del noleggio delle stampanti.

Nel caso fossi già informato, non ti resta che leggere questo articolo!

1. Da cosa è formato il contratto?

Non starò a soffermarmi sugli elementi che puoi trovare in ogni contratto (Data, firme, oggetto, etc.) ma su quegli elementi specifici del noleggio stampanti.

Una necessaria premessa: sono presenti sia costi fissi che costi variabili.

Vediamoli insieme.

2. Costi fissi

Partiamo da quei costi che si definiscono fissiQuesto avviene perché, puoi ben immaginare, non variano mai, sono stabiliti all’inizio e rimarranno costanti per la durata del contratto.

Parlo del canone di affitto della stampante.

– La stampante

Eccoci al punto di partenza (e fondamentale) nel calcolo della rata.

Infatti, a seconda del modello scelto il costo di noleggio sarà più o meno alto.

Modello ultra performante con mille funzionalità? Nessun problema, ma non deve essere troppo potente rispetto all’utilizzo che se ne fa. È come comprarsi un’auto da Formula 1 per andare a comprare il pane. Puoi, ma è esagerato.

Modello economicissimo e lento? Anche qui, nessun problema, ma non deve causare un rallentamento di tutta la tua azienda. Altrimenti quello che risparmi in termini di denaro lo perdi in produttività e operatività giornaliera. È pretendere di vincere una gara con un’utilitaria.

Era necessario fare questa precisazione, perché molti imprenditori esagerano, sia con i modelli costosi che con quelli economici.

E si ritrovano insoddisfatti della propria IT aziendale.

2. I costi variabili

I costi variabili, sono quei costi che non sono stabiliti a priori al momento della firma del contratto ma possono essere differenti da mese a mese, di fattura in fattura.

I principali sono:

– Carta

Più si stampa, più sarà necessario averne a disposizione per poter lavorare in serenità.

– Toner

Più si utilizza la funzione di stampa più sarà necessario cambiare e sostituire i rifornimenti di toner, altrimenti si rischia di ritrovarsi in quella fastidiosa situazione in cui si stampa con colori e miscugli piuttosto strani pur di non fermarsi con il lavoro.

– Numero di stampe

Il costo variabile più ovvio, se si stampano o fotocopiano 3/400 fogli al giorno il costo sarà notevolmente diverso da chi ne stampa 10000.

3. I costi “ibridi”

L’ultima categoria che andiamo ad analizzare oggi sono i costi ibridi.

Che cosa si intende con costi ibridi? 

Sono tutti quei costi che non sono puramente fissi o variabili ma hanno tutte e due le caratteristiche.

Ti faccio un esempio.

Anziché pagare 1€ (sto ovviamente esagerando, ma è per semplicità) a fotocopia (costo variabile) potresti trovare un’offerta cos’ formulata:

Da 0 a 1000 fotocopie la singola ti costerà 0,30€. Da 1000 a 2000 fotocopie ti costerà 0,60€ ciascuna. E così via.

Ecco questo è un esempio di costo ibrido. Non hai una parte puramente fissa (puoi fare il numero di stampe che vuoi e non sei limitato), ma non hai nemmeno una parte completamente variabile (ci sono delle fasce di prezzo).

Il mio consiglio è, come sempre, di valutare attentamente le offerte che ti vengono proposte e, prima ancora, di analizzare l’utilizzo della tua stampante così da poter trovare al meglio il contratto giusto per te.

4. Conclusione

Abbiamo così concluso questa breve analisi sugli elementi che compongono, generalmente, i contratti di noleggio delle stampanti.

Nel prossimo articolo allegherò un vero e proprio contratto e lo analizzeremo insieme, così da avere un caso pratico oltre a questo articolo teorico, perciò rimani sempre aggiornato e seguici sui social!

Ti ricordo inoltre che puoi trovare altri articoli come questo sul blog di GrandaLab!

Non mi resta altro da fare se non salutarti e augurarti buon lavoro!

Marco Valle

La Newsletter firmata Grandalab!

La tua fonte principale di consigli per la gestione della tua azienda online e offline.

Preferenze sulla privacy
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.