Attacco hacker: che fare per proteggersi?

Attacco hacker

Consigli pratici ed efficaci per la tua azienda contro un attacco hacker

Ahimé, devo parlare di questo argomento non troppo felice ma che, da consulente informatico, non posso evitare o rimandare.

Benvenuto in questo articolo, io sono Marco Valle e sono il fondatore di GrandaLab, società con sede a Cuneo specializzata nell’assistenza informatica e nelle consulenze di sicurezza alle aziende.

Oggi, come avrai capito, parleremo di come proteggere la TUA azienda da un attacco hacker e dormire sonni tranquilli.

a. Non sottovalutare il problema

Troppo spesso ho sentito imprenditori dire frasi come: “Ma dai, Marco, figurati se tra tutti devo essere proprio io quello attaccato… io ho una piccola realtà aziendale, che interesse dovrebbero avere?”

La realtà, purtroppo per noi (per lui imprenditore e per me addetto ai lavori) è che è proprio il contrario:

Sono proprio le piccole aziende ad essere attaccate più spesso! (clicca qui per la fonte)

Questo per un semplice motivo: se si è piccoli, si è spesso indifesi e non si hanno i mezzi per contrastarli… Addirittura ci sono casi in cui imprenditori si sono trovati a pagare denaro sonante per farsi sbloccare i loro computer!

Non vuoi essere il prossimo? Continua a leggere, ora arriva il bello!

b. Come proteggersi da un attacco hacker (6 Consigli)

Eccoci al punto più importante di tutto l’articolo. Hai capito che è importante proteggersi dagli attacchi hacker ma, concretamente, cosa devi fare?

Lo vediamo subito!

1. Attento alle e-mail

Uno dei primi punti di debolezza del tuo sistema informatico sono proprio le e-mail che ricevi ogni giorno.

Una distrazione può accadere, nel tran tran giornaliero, ma potrebbe essere fatale. Il mio consiglio è quello di scansionare SEMPRE e COMUNQUE gli allegati e-mail e di cestinare immediatamente tutte le e-mail che vi possono sembrare una truffa.

Se vuoi approfondire: come posso proteggere la mia email?

2. Attento alle password

Gli hacker, nel corso del tempo, sono diventati sempre più bravi e veloci a capire quali siano le tue password.

Password come qwertyuiop oppure 123456 non funzionano più (e forse non sono mai funzionate…).

Tuttavia anche avere password difficilissime da ricordare non è molto utile: le useresti una volta e continueresti a perdere tempo per resettarle.

Ma come si crea una password efficace? Ho l’articolo che fa per te! –> Come crare una password efficace in 5 mosse

3. Informa i tuoi collaboratori

La collaborazione è alla base di tutto. D’altronde non credo che solo tu, in tutta l’azienda, possa accedere ai computer.

Ci saranno sicuramente altre persone, con le loro e-mail, le loro password e i loro compiti da svolgere.

Informa e tieni aggiornati i tuoi dipendenti sulle novità della sicurezza e chiedi loro di segnalarti ogni cosa strana che hanno notato o se stanno avendo dei problemi.

Valuta eventualmente alcune giornate di formazione per te e i tuoi dipendenti, così da blindare la sicurezza della tua azienda.

4. Controllare, Controllare, Controllare

Non c’è niente da fare, ti tocca il lavoro sporco.

Uno dei metodi più sicuri per poter capire quali siano le minacce provenienti dall’esterno e, soprattutto capire da dove possano entrare, è…

Un inventario!

Proprio così, armato di carta e penna, dovrai mettere per iscritto TUTTI i dispositivi connessi ad internet e che quindi potrebbero essere hackerati.

Questa lista, oltre che ad un semplice elenco, deve servirti per capire i punti più critici e, al momento di risolverli, ordinarli per importanza e impatto su tutta l’azienda.

5. Ce l’hai l’antivirus?

Serve un buon antivirus. Da qui non si scappa.

Da consulente non posso dirti “L’antivirus free va benissimo” perché sarei disonesto: NON servono a nulla.

Bisogna investire sulla propria sicurezza, altrimenti chi lo farà per te?

Anche qui ti linko un paio di articoli utili tratti dal mio blog, creati su questo argomento:

–> Antivirus aziendali: che caratteristiche dovrebbero avere?

–> Gli antivirus, a cosa servono?

6. La tecnica segreta del “muro di fuoco”

No, non voglio insegnarti nessuna strana tecnica ninja

Ma solo parlarti di uno strumento molto utile per fermare le intrusioni degli hacker!

I firewall possono essere fisici e/o digitali (in forma di software) e sono in grado di riconoscere cosa sta arrivando dall’esterno della rete aziendale e, in caso di attacco hacker, bloccano l’accesso immediatamente.

Ecco perché si chiamano “Muri di Fuoco”! Un buon firewall è il primo argine contro ogni pericolo e, da solo, può toglierti molti grattacapi.

Anche qui, un articolo di approfondimento per te! –> I firewall aziendali

c. A mali estremi… estremi rimedi!

Se, malgrado tutto questo, dovessi subire un attacco hacker… c’è ancora una speranza per salvarti!

Il mio consiglio è molto semplice quanto efficace: fai un backup!

Perché dovrebbe aiutarti?

Perché gli hacker, spesso, operano così:

si infiltrano –> bloccano l’accesso ai dati –> chiedono il riscatto –> sbloccano i dati

Ecco, ora immagina di avere tutti i tuoi dati al sicuro, salvati da un’altra parte. Perché dovresti pagare il riscatto o preoccuparti? Basta resettare il computer e… il problema è risolto!

Tanto potrai recuperare velocemente le informazioni sul computer tramite il backup, quindi non devi preoccuparti.

Ma come si realizza un buon backup? E, se non lo sapessi, cos’è un backup? Come funziona?

È tutto molto semplice, non ti preoccupare! Ho preparato degli articoli per farti diventare un vero esperto di backup!

–> La guida definitiva per un backup efficace

–> Il backup: la salvezza per i notri dati

c. Conclusione

Bene, anche per oggi abbiamo concluso.

Abbiamo visto come puoi proteggerti da un attacco hacker non sia solo un problema delle grandi aziende, anzi. Tutti gli imprenditori (e professionisti) dovrebbero preoccuparsene!

Ti ho condiviso 6 consigli pratici da applicare subito (mail, password, firewall, etc.) e un Consiglio da applicare in caso di EMERGENZA!

Ti ricordo inoltre che puoi trovare molti altri articoli come questo ricchi di consigli utili per la tua IT aziendale, ti basta un clic qui! –> Blog GrandaLab

Infine, se ti servisse un aiuto personalizzato per la tua attività, ti basta cliccare sul bottone qui sotto!

Direi che non c’è altro da dire!

Alla prossima!

La Newsletter firmata Grandalab!

La tua fonte principale di consigli per la gestione della tua azienda online e offline.

Post Correlati

Preferenze sulla privacy
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.