Guida: Come migliorare la mia rete informatica?

COME-MIGLIORARE-LA-MIA-RETE-INFORMATICA

Ecco la scaletta da seguire per migliorare la tua rete informatica aziendale 

Se hai cliccato su questo articolo perché alla ricerca di consigli sul come migliorare la tua rete informatica… Sei nel posto giusto!

Oggi, infatti, parleremo proprio di questo: quali consigli e step devo seguire?

Attenzione! Non è una guida dedicata solo a chi intende migliorare ma anche per tutti quelli che sono interessati alla semplice analisi, ossia il check-up della propria rete aziendale!

Cominciamo!

1. La fase di analisi

Prima di poter apportare qualunque modifica e/o miglioramento è necessario fare un passo indietro e chiedersi: “Qual è la situazione attuale della mia rete informatica?”

È una fase fondamentale, che molto spesso molte persone ritengono poco importante e che saltano senza pensarci troppo.

I rischi di questo comportamento sono principalmente due:

  • Malfunzionamenti: Andando a modificare una parte della struttura si rischia di creare un problema a livello fisico o di software che… bloccherà il sistema o causerà malfunzionamenti che, per essere risolti, porteranno via tempo e denaro.
  • Colli di bottiglia: Meno grave dei malfunzionamenti, ma comunque una grossa noia.

Ti faccio un esempio: Il processo di stampa. Se decidessi di migliorare la tua connessione computer/stampante oppure fare un upgrade del computer, permettendogli di mandare in stampa molte più copie contemporaneamente (e senza intoppi o blocchi) ma lasciassi ad un livello base la tua stampante… Saresti punto e a capo! L’ultimo anello della tua catena (la stampante, appunto) si bloccherebbe continuamente, lasciandoti sempre indietro con il lavoro.

Per questi due motivi principali il mio consiglio è di fare SEMPRE un’analisi della propria rete.

Vediamo insieme quali sono gli step fondamentali.

a. Prendi carta e penna

… Per ora semplice, no?

b. Fai un inventario della tua rete aziendale

Attenzione, arrivato a questo punto stai solo elencando gli elementi, non segnalando i problemi. Per esempio potresti avere:

  • Tre computer fissi modello xyz;
  • Un computer portatile modello zzz;
  • Connessione internet di Vodafone/Wind/Tim/3 sia Wi-fi che tramite cavo;
  • N° chiavette USB da 30 gigabyte (e altre capacità di memorizzazione);
  • Stampante modello xxx;
  • Antivirus;
  • etc. etc.

La lista, ovviamente, comprenderà sia oggetti fisici (hardware) che programmi (software).

Stilata questa lista puoi passare al prossimo punto.

c. Parla con i tuoi colleghi/dipendenti

È il momento di… fare due chiacchiere con le altre persone dell’ufficio.

Sfrutta le pause caffè oppure crea un sondaggio con l’applicazione di Google (qui c’è il link, così eviti di attirarti l’odio di chi si sta gustando il caffè in pace… Non serve che mi ringrazi) e chiedi a tutti di compilarlo segnalando quali siano le difficoltà e i problemi che incontrano tutti i giorni.

Per esempio:

  • Il computer ci impiega venti minuti per diventare effettivamente operativo?
  • Internet si scollega non appena lascio il mouse?
  • La stampante non riceve l’ordine di stampa al primo colpo?
  • etc. etc.

In questo modo potrai evitarti di “romperti la testa” pensando da solo a tutti gli elementi della rete aziendale.

Ovviamente, le domande non dovranno solo riguardare le parti che non funzionano, ma anche a ciò che va bene e di cui non ci si può lamentare.

Perché è importante? Perché potrebbero essere le basi solide da cui costruire la nuova rete aziendale.

d. Ordina i problemi in base ai disagi che creano

Ci siamo, è il momento di stabilire quali siano i problemi da risolvere immediatamente e quali possono essere risolti in un secondo momento, magari con più calma.

Esempio: Utilizzi internet una volta a settimana, per 15 minuti, solo per controllare le e-mail? Beh allora la velocità di connessione non sarà un problema così sentito. Viceversa, se il tuo business si basa sull’essere connesso ad internet… c’è un grave problema.

Ordina, perciò, tutti i problemi riscontrati, non solo sulla tua opinione ma anche sulla percezione di chi lavora con te e ha mansioni differenti.

Avrai una fotografia completa!

2. Risoluzione dei problemi

e. Risolvi i problemi e tieni aggiornata la lista

Se sei arrivato fin qui significa che dovresti avere sotto mano tutte le criticità della tua azienda.

Non ti resta che risolverle!

Che tu voglia “arrangiarti” studiandoti da solo cosa comprare per migliorare la tua rete aziendale o decida di appoggiarti ad un professionista, è importante che tu operi in modo ordinato e disciplinato.

In questo modo fin dalle prime modifiche potrai avere grossi risultati!

f. Tieni traccia delle modifiche alla rete informatica

Ti ricordi quando abbiamo parlato dei rischi di saltare la fase di analisi? Ecco. Per evitare di “perderti in un bicchier d’acqua” è importante tener traccia di tutte le modifiche che sono state apportate alla tua rete aziendale.

Fino a ieri funzionava tutto e… stamattina, dopo un aggiornamento dei computer, non funziona più nulla?

Ecco, semplicemente tenendo sotto controllo cosa è stato cambiato, risparmierai tempo nella risoluzione del problema.

3. Come comportarsi dopo aver apportato le modifiche 

g. Ascolta le opinioni dei colleghi

Anche dopo l‘upgrade della tua rete è importante stare attenti: chi lavora con te potrebbe trovare nuovi problemi o segnalarti importanti novità che ha notato e che ti sono sfuggiti (o che non ritenevi importanti).

Potresti mantenere sempre attivo il sondaggio così da poter raccogliere continui aggiornamenti interni sullo stato della tua rete informatica!

h. Fai controlli a campione

Nonostante funzioni tutto perfettamente, è importante che tu tenga gli occhi ben aperti sulla tua rete informatica.

Solo così potrai prevedere i problemi anziché correre per riparare i malfunzionamenti.

4. Conclusione

Sei arrivato alla conclusione di questa guida step-by-step per migliorare la tua rete informatica.

Non ho altro da dirti se non consigliarti di lavorare con metodo quando ti muovi per modificare la tua rete e di affidarti ad un esperto nel caso tu non sappia esattamente cosa fare (anche solo per un consiglio di acquisto).

Nel caso avessi bisogno di un aiuto o volessi saperne di più su GrandaLab puoi visitare il nostro portale web.

Non mi resta che salutarti e augurarti buon lavoro,

Marco Valle

La Newsletter firmata Grandalab!

La tua fonte principale di consigli per la gestione della tua azienda online e offline.

Preferenze sulla privacy
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.