Il backup: La salvezza per i nostri dati

IL-BACKUP-LA-SALVEZZA-PER-I-NOSTRI-DATI

Cos’è e perché è così importante fare dei backup dei propri dati

Quante volte ci è capitato che il telefono, dopo una sonora caduta dalle scale (o dal divano…) si rompesse? E non parlo di una semplice riga o di uno schermo rotto, intendo quei casi in cui il cellulare non si accende più.

E i nostri dati sono persi.

O recuperabili dopo mille traversie.

Oppure immagina di essere in ufficio. Lavori tranquillamente e… Un virus. O un cortocircuito che danneggia il computer. E, di nuovo, dati persi.

Se vuoi evitare queste situazioni… Hai bisogno di un sistema di backup per i tuoi dati.

Ma andiamo con ordine… 

a. Cos’è un backup?

Il backup è una copia dei tuoi dati in un sistema esterno (o terzo) che si occupa esclusivamente di conservarli e mantenerli al sicuro.

Facciamo un esempio semplice: Ho un computer e all’interno ho tutte le foto di famiglia. Sarebbe un peccato perderle vero? Ecco. Il backup (che può essere di vari tipi, lo vedremo dopo) è la copia di tutte le tue foto in un altro luogo, diverso dalla memoria fisica del tuo computer.

Insomma, è un salvataggio (letteralmente…) che ti permette di stare tranquillo mentre lavori. In ogni momento saprai di poter avere un’altra versione aggiornata del tuo lavoro.

Una bella comodità no?

b. Importanza backup

La sua importanza è, purtroppo, sottovalutata. Infatti ci rendiamo conto dell’importanza dei dati su pc, smartphone, etc. solo dopo averli persi per sempre.

Il miglior modo per farti capire la loro importanza è (sì, purtroppo devo farvi soffrire) ricordarti con quanta difficoltà (nel caso tu ci sia riuscito) sia rientrato in possesso dei tuoi dati e di quelli che, ahimé, non sei più riuscito a recuperare.

Il backup ti evita questo problema, eliminandolo fin dall’inizio.

c. Backup automatici e manuali

Ne parlo subito, in modo da essere completo. Esistono due forme di “fare backup”: automatico manuale.

1. Manuale

È la forma più rischiosa di backup. Infatti si basa sul comando della persona: se chi sta al computer dà l’ordine di fare il backup allora questo avverrà, altrimenti verrà rimandato finché l’addetto non darà il comando.

Capisci bene che, nel lavoro di tutti i giorni, ci dimentichiamo di molte commissioni e… questa non fa differenza. Il rischio sta nel rimandare continuamente: “Tanto lo faccio domani” o “L’ho fatto ieri e per un po’ sono tranquillo” o ancora “Sono di fretta, lo rimando“.

Capita spesso che questo domani diventi… un futuro indefinito! E la nostra IT corre il rischio di perdere i dati dell’azienda e dei clienti…

Per questo mi sento di consigliare la versione automatica del backup.

2. Automatico

Ecco, qui il discorso cambia. Il computer, AUTOMATICAMENTE, alla stessa ora (quasi sempre dopo l’orario d’ufficio) farà partire il backup completo di tutti i dati dell’azienda.

Dopo esser stato programmato la prima volta, andrà da da solo e non servirà essere lì, dopo un’estenuante giornata di lavoro, a far partire tutto il sistema.

È decisamente più comodo, no?

d. Diversi modi di fare backup

Quando parlo di backup mi capita di essere frainteso: molti intendono solamente il cloud e non valutano le altrettante valide alternative.

Sì, il cloud è solo UNO dei metodi di backup.

1. Chiavetta USB (SOLO per privati)

Anche conservare i dati in una chiavetta può essere considerata una forma (molto primitiva e rischiosa) di backup. Infatti possiamo copi-incollare i dati su una periferica esterna.

Ma perché ho scritto solo per privati?

Per due motivi essenzialmente:

1) Le chiavette si rompono e si corrompono molto più spesso di quanto pensi: Il rischio di fare backup inutili e di perdere tutti i dati è comunque elevato.

2) Non hanno spazio a sufficienza: Molte chiavette non hanno abbastanza memoria disponibile per permettere il passaggio di tutti i contenuti di un computer aziendale. Il rischio qui è, pertanto, di copiare solo una parte e lasciare la maggior parte scoperta.

Ecco perché per le aziende (come per gli antivirus, tra l’altro) sono necessarie delle soluzioni più professionali. Che vediamo adesso.

2. Usare un NAS aziendale

Il NAS è una memoria che si può acquistare, collegare alla rete dell’ufficio e mantenere il tutto all’interno della struttura della società. Questa soluzione permette un backup completo ed automatico di tutti i computer.

È una soluzione ottimale che permette all’azienda di avere al suo interno anche il server di backup, con i pro e i contro che ne conseguono.

3. Server esterno (o cloud)

Eccoci finalmente a spiegare il backup più famoso di tutti: Il backup esterno o cloud.

Il funzionamento è semplice: anziché tenere nella tua struttura il NAS ed i server per il backup, puoi delegarli ad una società terza (con la mia azienda GrandaLab offro questo servizio) e lasciare che il backup dei tuoi dati sia fatto su server di possesso di un’altra società.

Significa che pagando il servizio stai affittando lo spazio sui server (i dati da qualche parte devono essere copiati) per poterti essere più tranquillo rispetto ad avere “in pancia” i costi e i rischi dovuti al mantenimento in azienda.

Inutile dirlo, ma assicurati di scegliere una società seria ed affidabile. E controlla che sia a norma con il GDPR!

e. Conclusione

Siamo arrivati alla fine.

Oggi abbiamo parlato di backup, della loro importanza e di quali siano le alternative per un imprenditore o un libero professionista.

Un ultimo consiglio prima di salutarci:

Fai il backup dei dati!

Che siano aziendali o personali, spesso sottovalutiamo l’importanza che questi assumono nelle nostre vite… e non sarebbe bello scoprirne l’importanza solo dopo averli persi per sempre! 

Detto questo, ti invito a visitare il nostro blog GrandaLab per altri articoli come questo e…

Buon lavoro!

Marco Valle

La Newsletter firmata Grandalab!

La tua fonte principale di consigli per la gestione della tua azienda online e offline.

Preferenze sulla privacy
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.