Virus informatici e Coronavirus: Occhio!

volodymyr-hryshchenko-C9omhINyVQs-unsplash-scaled-2560x1280

Ci mancava anche questa… Ecco come puoi proteggerti!

Non si può mai stare tranquilli.

Negli scorsi giorni ho letto diverse notizie preoccupanti: “Sempre più hacker stanno sfruttando la paura del Covid-19 per far scaricare i virus e rubare i dati di carte di credito e rubare l’identità delle persone” Fonte: Repubblica.

Questo significa che serve essere ancora più attenti! Per tua fortuna, mi sono informato sulle truffe più utilizzate e ho deciso di scrivere questo articolo, per aiutare il maggior numero di persone a stare al sicuro e dormire sonni tranquilli!

1. I virus scoperti finora dalla Polizia Postale

a. Il virus della “Dottoressa Penelope Marchetti

So che può sembrare piuttosto comico che un virus abbia questo nome ma… è proprio così!

L’hacker, infatti, si finge un’esperta dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e, utilizzando un italiano molto professionale e credibile (che purtroppo ha ingannato molti!), convince la persona ad aprire un allegato per aiutare a difendersi dal contagio che… è ovviamente infetto! Questo virus punta infatti a prendere i nostri dati personali per poi rivenderli!

Come proteggersi: controllare il mittente della mail e NON scaricare allegati senza fare un controllo con l’antivirus.

b. Il virus del “centro medico”

Come per il punto precedente, la truffa è uguale. La sola differenza è che la mail proviene da un centro medico giapponese, con un allegato che dovrebbe contenere informazioni sul diffondersi dell’epidemia. Anche qui, l’obiettivo è far scaricare l’allegato, infettare il computer e puntare ai dati bancari e personali!

Come proteggersi: controllare il mittente della mail e NON scaricare allegati senza fare un controllo con l’antivirus.

c. La cartella dei file Excel

La terza truffa di cui voglio parlarti funziona in questo modo: il mezzo è sempre la mail, con in allegato una cartella compressa (.zip) con diversi file di calcolo Excel al suo interno. Questo virus è ancora più pericoloso: Infatti il suo obiettivo è prendere il controllo del computer (il tuo computer diventa… uno zombie!), senza che tu ne possa rendere nemmeno conto!

Come proteggersi: controllare il mittente della mail e NON scaricare allegati senza fare un controllo con l’antivirus.

d. Il file CoronaVirusSafetyMeasures.pdf

L’ultima truffa scoperta finora riguarda un file, che si riceve via mail, chiamato ” CoronaVirusSafetyMeasures.pdf” che, se scaricato, permette non solo all’hacker di prendere il controllo del tuo computer ma… di sfruttarlo come “ponte” per compiere altri attacchi ad altri computer!

Come proteggersi: controllare il mittente della mail e NON scaricare allegati senza fare un controllo con l’antivirus.

2. Ma perché tutte queste truffe sfruttano l’e-mail?

Se ti sei fatto questa domanda… Non sei il solo! Molti imprenditori con cui ho parlato nelle ultime settimane mi hanno fatto proprio questa domanda: “Ma perché tutte queste truffe sfruttano la mia e-mail?”

La risposta è semplice: Perché sfrutta l’errore umano dovuto alla paura.

Non c’è nulla di male ad essere preoccupati e a voler sapere come proteggere se stessi e la propria famiglia. E gli hacker sanno e sfruttano questa debolezza dovuta allo stress della quarantena, del contagio, della paura.

Ti faccio un esempio di protezione automatica: Se provassero ad entrare nella tua rete informatica con attacchi mirati, potresti perfino non accorgertene, se hai installato un buon Firewall per proteggere la tua rete aziendale.

Invece loro vogliono che tu ti accorga della mail “della dottoressa”, perché vogliono attirare la tua attenzione e farti compiere un’azione! Per questo motivo ti lascio qui sotto un link utile per proteggere la tua mail in pochi e semplici passaggi:

3. Segnala alla Polizia Postale

Se dovesse capitarti una di queste 4 email, oltre ad eliminarle immediatamente, puoi dare il tuo contributo: segnala il fatto alla Polizia Postale, a questo link!

Solo insieme potremo fermare questi attacchi informatici!

Alla prossima!

La Newsletter firmata Grandalab!

La tua fonte principale di consigli per la gestione della tua azienda online e offline.

Preferenze sulla privacy
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.